glaukopis: Painting: Lady of Shalott (shalott)
Four of my poems are now up at Mezzo Cammin! Tolle, lege.

I'm also happy to say that my first published translation, of Apollinaire's "Tristesse d'une Étoile," will be appearing in Blue Lyra Review next year. While I've found that I may not have the patience for any long-term translation projects, it's still definitely something that I care about, and hope to keep doing.
glaukopis: Painting: Lady of Shalott (shalott)
For the sake of something to do, and in order to prove to myself that I hadn't already forgotten Italian grammar, I put together a translation of Primo Levi's "Shema." The original text is up front; my blatting is below the cut.


Voi che siete sicuri

Nelle vostre tiepide case,

Voi che trovate tornando a sera

Il cibo caldo e i visi amici:

Considerate se questo è un uomo

Che lavora nel fango

Che non conosce pace

Che lotta per mezzo pane

Che muore per un sì o per un no.

Considerate se questa è una donna,

Senza capelli e senza nome

Senza più forza di ricordare

Vuoti gli occhi e freddo il grembo

Come una rana d'inverno.

Meditate che questo è stato:

Vi comando queste parole.

Scolpitele nel vostro cuore

Stando in casa andando per via,

Coricandovi alzandovi:

Ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa,

La malattia vi impedisca,

I vostri nati torcano il viso da voi.


Read more... )

August 2014

S M T W T F S
     12
3456789
10111213141516
171819202122 23
24252627282930
31